In caso di incendio, l’incolumità delle persone e la tutela dei beni e dell’ambiente devono poter essere garantiti. È per questo che la normativa fissa precisi criteri da adottare nell’interesse di tutta la collettività. Accanto a norme, misure e provvedimenti, sono stati studiati accorgimenti e modalità di azione che contribuiscono a scongiurare l’insorgere di incendi e a limitarne le conseguenze.
Per i settori industriali, in cui è più alto il rischio di incidenti gravi, sono previste verifiche ispettive, sopralluoghi, pareri sui progetti, soprattutto se si tratta di centrali elettriche o elettrodotti.
Gli insediamenti civili, commerciali, artigianali e industriali e il settore nucleare sono soggetti a normative specifiche di prevenzione incendi.
Gli studi e le ricerche antincendi si differenziano a seconda del tipo di attività di protezione che può essere:

  • passiva, quando riguarda la resistenza e la reazione al fuoco, i sistemi di esodo e la fenomenologia dell’incendio;
  • attiva, quando riguarda i sistemi e i mezzi di protezione dagli incendi.

Lo Studio di Ingegneria adotta i principi dell’ingegneria della sicurezza per l’antincendio e per l’evacuazione delle persone verso luoghi sicuri applicando la FSE (Fire Safety Engineering)

I metodi FSE sono particolarmente utili nell’ottenimento delle deroghe di prevenzione incendi, nei rischi di “incidenti rilevanti” e nelle perizie sulla valutazione degli incendi (esempio: dolosità).

I metodi FSE consentono di progettare e verificare le soluzioni alternative per le varie strategie antincendio ai sensi del D.M. 03/08/2015.

Lo studio di Ingegneria Marini è in grado di aiutare il Committente nella gestione di tutto il procedimento. A partire dalla progettazione a regola d’arte secondo la normativa di prevenzione incendi, fino al collaudo finale e/o revisione degli impianti.